Work on E-Justice 2007

Si è svolto dal 29 al 31 maggio 2007 nella città tedesca di Brema il convegno organizzato dalla Presidenza di turno tedesca dell’Unione Europea sull’implementazione delle tecnologie informatiche e di Internet nell’amministrazione della giustizia. La necessità di confronto tra le differenti realtà relative all’applicazione dell’informatica nel processo tanto civile quanto penale orienta la cooperazione degli Stati nell’implementazione dei progetti già sperimentati e risultati concretamente efficienti e esportabili in altre realtà giudiziarie. (Continua su Persona e Danno).

On this website I published a short report on using ICT in Civil and Criminal Justice.

Human Rights in Europe

Nuove avventure giuridiche in vista: mi occuperò di selezionare la giurisprudenza in lingua tedesca in tema di diritti umani e di applicazione delle normative comunitarie ed europee per l'”Osservatorio sul rispetto dei diritti fondamentali in Europa“. Il sito è interessante e ben fatto, ringrazio i curatori per l’opportunità offertami.

A new juridical job: to report on the case law and other materials in German language related to the protection of human rights.

La diffusione della cultura giuridica e Internet

falletti_diffusione-cultura-giuridica_internet.pdf

In questo contributo si riflette su Internet quale affidabile strumento di divulgazione, diffusione e formazione della cultura giuridica.

Pubblicato su Ciberspazio e Diritto, 2007, n. 1. Tutti i diritti riservati.

The core of this paper is on the multimedia innovation supported by the Internet in juridical publishing. Specifically, it compares the conventional model of academic publishing with the new Internet tools disseminating opinions of scholars and common people as blogs, websites, newsletters, wiki, search engines and so on. The most important question is about the authoritativeness of juridical opinions discovered on the Internet. On the web people can disseminate articles and comments without preventive check of a editorial boarding or a expertise committee. It is enough to have a blog. Can this circumstance improve the juridical debate or is it only a source of misunderstanding?