A cosa serve la politica

Ho dei ricordi molto personali legati all’Opera Pia Lotteri, per questo voglio riproporre qui le battute conclusive del post di Vittorio Bertola (che è possibile leggere qui)

E’ per questo che vorrei aggiungere una postilla che, negli articoli scandalistici di questi giorni, non leggerete. Non vi sembra che in tutta questa discussione manchi qualcosa? Tra aste, inchieste, burocrazia, politica, business un elemento è scomparso, ed è quello che invece, visitando queste strutture, ovviamente colpisce per primo.

 E’ il fatto che all’Opera Pia Lotteri ci sono tuttora decine di persone, che si trovano a trascorrervi gli anni che le separano dalla morte, spesso in solitudine, spesso in malattia, in ogni modo deboli, senza potersi difendere, con il solo aiuto di chi, nonostante tutto, nonostante la crisi e i tagli e le manovre, ancora si dedica a loro.

 Se c’è un motivo per cui serve la politica, è proprio quello di difendere chi non può difendersi da solo, e ricordare che la grande macchina della sanità e dell’assistenza deve essere al servizio delle persone, e non il contrario”.

One thought on “A cosa serve la politica

  1. scusi volevo una sua opinione anche se non è in relazione a questo post
    riguarda il diritto alla privacy, domanda:
    se una mia mail inviata ad una mailing list viene pubblicata da qualcuno su un sito personale
    di una persona che non è nè un giornalista e neppure
    appartiene alla suddetta mailing list, senza il mio consenso
    chi l’ha messa sul sito ha violato qualche legge?

Comments are closed.