E quattro!

Nel giro di meno due anni si sono dimessi quattro politici di vertice tedeschi: nell’aprile 2010 inaugurò l’allora Bundespraesident Horst Koehler per le sue discusse frasi sul ruolo della Germania nella missione in Afghanistan, poi l’anno scorso fu la volta di Karl Theodor zu Guttenberg, all’epoca ministro federale della difesa, accusato di aver plagiato la tesi di dottorato, medesima accusa che fece abbandonare l’incarico di vicepresidente del Parlamento europeo a Silvana Koch-Mehrin. Ora è di nuovo la vota del Bundespraesident in carica, Christian Wulff per una storia di prestiti agevolati e pressioni sulla stampa: qui

Indubbiamente la posizione della Bundeskanzlerin Frau Dr. Merkel si indebolisce perchè Wulff era considerato un “suo” uomo.

Adesso sarà la volta di un Bundespraesidente della SPD?