Guardare a Karlsruhe per capire cosa succederà ad Atene

Oggi questo blog è molto attivo, ma in effetti c’è parecchio materiale… Come questa sentenza fresca fresca del Bundesverfassungsgericht sui (necessariamente maggiori) poteri di controllo e partecipazione del Bundestag (Parlamento) tedesco nelle politiche di salvataggio dell’Euro. Si tratta di una evidente complicazione, se non impasse, del processo di salvataggio e di unificazione politica. Quello che non può dire la politica lo dicono i giudici: la sovranità sulla formazione del bilancio non si può cedere. La sentenza è lunga e (ovviamente) complessa. E chissà quale effetto avrà sulle borse: superiore o equivalente ai risultati delle elezioni greche? qui la decisione in tedesco, vista l’importanza del tema è probabile che nei prossimi giorni verrà elaborata una versione in inglese, almeno del comunicato stampa.

Qui un articolo molto interessante de Linkiesta.

(aggiornamento del 20 giugno 2012): Mi sovviene un altro dubbio di natura costituzionale: e noi che abbiamo immediatamente modificato la nostra Costituzione a favore dell’inserimento del vincolo di pareggio di bilancio (qui un link interessante alla riforma e alle sue conseguenze), senza che questa riforma non sia stata minimamente discussa nè pubblicamente, nè nelle aule universitarie e neppure nelle aule parlamentari, ma accettata supinamente; dunque noi ci ritroviamo con una riforma accettata obtorto collo che ha visto cadere la sua ratio giustificativa, abbattuta non da Roma, da Bruxelles o da Lussemburgo, ma da Karlsruhe!