Paradossi (apparentemente) inspiegabili…

o forse solo ironici o forse altro.

Comunque preme ricordare che nella vicenda Wikileaks che contrappone Ecuador e Regno Unito di Gran Bretagna sull’estradizione di Julian Assange in Svezia (e forse da lì negli Stati Uniti) il presidente ecuadoriano è quello che denunciò e ottenne la condanna  dalla giustizia del suo paese di un giornale dissidente ad un risarcimento dei danni dell’ammontare di 40.000.000 di dollari e poi graziosamente lo perdonò: qui un profilo di entrambe le vicende in italiano e qui il sito del giornale “graziato”.