Unioni civili e contratti di convivenza

Dopo fiumi di inchiostro, svariati contenziosi giudiziari, tentativi legislativi abortiti, infiniti dibattiti politici oggi – 11 maggio 2016 – è stato approvato in seconda e definitiva lettura dalla Camera dei Deputati il disegno di legge sulle unioni civili tra le persone dello stesso sesso e sui contratti di convivenza per le coppie eterosessuali non coniugate. Ci sono molti punti deboli, la giurisprudenza si dovrà occupare dei lati oscuri, certamente interverrà anche la Corte costituzionale, ma. Ma intanto c’ è il riconoscimento di qualcosa che ancora non esisteva. E questa è una buona base di partenza per raggiungere l’obiettivo dell’uguaglianza.

E’ solo questione di tempo.