E’ passato appena un mese

ma sembra un tempo lunghissimo. Dal 23 giugno 2016 ad oggi sono avvenuti: il referendum sulla Brexit (23 giugno), l’attentato all’aeroporto di Istanbul (28 giugno), una nuova strage a Bagdad (3 luglio), la pubblicazione del Chilcot Report, noto come Iraq Inquiry (6 luglio), la sparatoria di Dallas e la successiva ripresa delle tensioni razziali negli Stati Uniti (8 luglio), l’incarico a Theresa May come primo ministro inglese (13 luglio) l’attacco sulla Promenade des Anglais a Nizza, in Francia, nel giorno della Bastiglia (14 luglio), il fallito colpo di stato in Turchia (15 luglio) e la successiva settimana di repressione fino ad oggi, la nomination di Donald Trump come candidato repubblicano alla presidenza USA, ieri.